Il Trentino in zona arancione: le regole

Martedì 06 Aprile - 17:00

Da oggi martedì 6 aprile il Trentino è tornato in zona arancione. Bar e ristoranti possono lavorare soltanto per l'asporto fino alle 18, o la consegna a domicilio fino alle 22. Un'altra novità importante riguarda gli spostamenti, perché ritorna la regola che consente di uscire di trenta chilometri dai piccoli comuni, quelli sotto i 6000 abitanti, a prescindere dal motivo e anche oltre i confini provinciali ma non nel capoluogo. Per il resto, oltre agli spostamenti di necessità e urgenza, restano consentiti quelli per attività motoria e sportiva. Le visite ad amici e parenti sono consentite sempre una sola volta al giorno e sempre in non più di due persone, ma solo all'interno del comune di residenza se superiore ai suddetti limiti di abitanti. Resta vietato uscire di casa dalle 22 alle 5. Il divieto non vale in caso di lavoro, salute o necessità. I presidenti di Regioni e Province autonome, a differenza di quanto è stato fino ad oggi, non potranno emanare ordinanze più restrittive per chiudere le scuole. Restano chiusi cinema e teatri così come palestre e piscine. Restano vietati gli spostamenti tra le Regioni, a meno che non si abbia una seconda casa.

La nostra Piattaforma multimediale