Università verso la presenza al 100%

Mercoledì 09 Giugno - 15:52

Da settembre si torna tutti in aula: l’Ateneo trentino guarda al nuovo anno accademico con fiducia e vota la presenza al 100%. Senato accademico e Consulta dei direttori hanno infatti approvato un pia-no che prevede lezioni e attività dal vivo nelle aule e negli altri spazi dell’Ateneo. Ora si tratta di capire quante e quali saranno le misure di sicurezza messe in atto. Si pensa ai test salivari oltre alla conferma dei sistemi di traccia-mento per l’accesso agli edifici universitari per proteggere sia gli studenti che gli abitanti della città che li ospita. Un segnale di attenzione e fiducia, spinto dalla voglia di ripartire comune all’intero Ateneo, accompagnato dal richiamo del rettore, Flavio Deflorian, alla responsabilità collettiva: dell’Università, nella definizione delle misure di sicurezza, ma anche del personale docente, amministrativo e tecnico. “La pandemia ci ha abituato a essere accorti – ha dichiarato il rettore - non dubito che affronteremo questa sfida con impegno e attenzione anche nel rispetto della comunità trentina che accoglie l’università”. Intanto da giugno UniTrento ha riaperto oltre 350 posti studio a Trento, Povo, Mesiano e Rovereto, in un’ottica di riapertura graduale dell’Università all’utenza. Resteranno comunque attive forme di supporto e formazione a distanza per quegli studenti che, in quarantena o malati, non fossero nelle condizioni di poter seguire in classe.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 23/06 ore: 07.22

  • 23/06 ore: 06.52

  • 22/06 ore: 20.38

  • 22/06 ore: 20.33

  • 22/06 ore: 20.01

  • 22/06 ore: 19.58

  • 22/06 ore: 19.37

  • 22/06 ore: 18.51

  • 22/06 ore: 13.30

  • 22/06 ore: 12.56