Via Suffragio senza auto tra pro e contro

Martedì 20 Luglio - 18:04

Via Suffragio senza macchine cambia volto. Le bici che passano senza incontrare ostacoli, le persone che passeggiano al centro della via e riescono a entrare sotto ai portici senza fare slalom tra le automobili parcheggiate. La nuova ordinanza comunale che prevede un periodo di prova di tre mesi è entrata in vigore lunedì e già si vedono i primi effetti. Divieto di sosta e fermata su tutta la via e dalle 17 alle 24 lo stop assoluto alla circolazione. Al posto delle strisce blu dove parcheggiavano i residente stanno ora apparendo fioriere e stalli per i disabili, pochi i posti di carico e scarico. La notizia però crea non poche perplessità tra i residenti, che lamentano una scarsa organizzazione. Per abituarsi alle nuove regole servirà un po’ di pazienza, e anche la polizia municipale è stata coinvolta nel processo per dare spiegazione ai cittadini. Il debutto, un po’ a rilento, guarda a un luminoso futuro con l’intera via pedonabile in collegamento con San Martino e a dialogo con quella che sarà la rinnovata piazza Mostra. Il processo richiederà tempo, ma va nella direzione di rendere il centro storico di Trento sempre più luogo a misura d’uomo. Comprensibili le critiche, come quelle di chi anni fa si lamentava di non poter più parcheggiare in piazza Duomo o piazza Fiera. Difficile pensare però che ora qualcuno vorrebbe ritornare a quei tempi. Novità anche per quanto riguarda Passaggio teatro Osele. Raggiunto l’accordo tra Itea e il Comune, il passaggio verrà chiuso dalle 23 alle 6 tutte le notti per controllare disordine e rumori.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 01/08 ore: 14.16

  • 01/08 ore: 13.19

  • 01/08 ore: 12.35

  • 01/08 ore: 09.27

  • 01/08 ore: 07.22

  • 31/07 ore: 20.30

  • 31/07 ore: 19.37

  • 31/07 ore: 18.50

  • 31/07 ore: 13.28

  • 31/07 ore: 12.58