Green pass. Possibili problemi per i trasporti

Mercoledì 13 Ottobre - 10:51

Si calcola che siano circa 40 mila le lavoratrici e i lavoratori trentini che non si sono vaccinati. E venerdì 15 ottobre sarà necessario avere il green pass per accedere al posto di lavoro o presentare un tampone negativo ogni 48 ore. In caso contrario dovranno accettare la sospensione senza ricevere lo stipendio, almeno fino al 31 dicembre prossimo. Intanto il Garante della privacy, ha dato l’ok all’uso di specifiche applicazioni e piattaforme digitali per la verifica dei green pass e definito regole da rispettare per tutelare i dati sensibili dei lavoratori. Viene sottolineato che l’uso del green pass è una misura ulteriore che non può far ritenere superati i protocolli aziendali e di settore. Inoltre, chi è in attesa di green pass ma è vaccinato o negativo a un tampone, per accedere al posto di lavoro può presentare il certificato rilasciato dalla struttura sanitaria o da chi ha effettuato la vaccinazione o il test. Ma la misura del green pass mette a rischio anche i trasporti pubblici. Una lettera dagli uffici provinciali fa sapere che potrebbero esserci disagi, con la sospensione di alcune corse. Nella lettera si legge che da venerdì mattina, e poi per alcune settimane, "si potrebbero verificare disagi e interruzioni nello svolgimento del servizio di trasporto scolastico a seguito di possibili sospensioni lavorative del personale". Ci potrebbe essere un possibile stop alle corse festive per dare priorità alle scuole. Negli uffici della Provincia le maggiori criticità potrebbero arrivare dai vigili del fuoco e dal servizio gestione strade. Ma per avere un quadro certo si deve aspettare venerdì mattina.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 21/10 ore: 23.03

  • 21/10 ore: 21.36

  • 21/10 ore: 20.38

  • 21/10 ore: 20.28

  • 21/10 ore: 19.45

  • 21/10 ore: 19.43

  • 21/10 ore: 18.48

  • 21/10 ore: 17.56

  • 21/10 ore: 13.29

  • 21/10 ore: 12.34