Regione, via libera alla riforma previdenziale

Mercoledì 13 Ottobre - 16:03

E’a tutti gli effetti una riforma previdenziale. Viene semplificato e si va ad aumentare la platea di coloro che potranno ricevere un aiuto previdenziale soprattutto dopo la pandemia da Covid19. La riforma prevede un contributo previdenziale per accudire i propri figli fino al terzo anno di vita o entro tre anni dalla data di adozione. Potranno beneficiare dell’aiuto da parte della regione anche i lavoratori con un contratto a tempo parziale e i liberi professionisti dopo il congedo di maternità. In lista si potranno mettere anche i lavoratori autonomi e i privati per i periodi di aspettativa non retribuita che non avranno più l’obbligo di usufruire del congedo parentale per poter ottenere l’aiuto previdenziale. Sul tavolo vengono messi 2,3 milioni di euro annui e l’idea della Regione è quella di informare i cittadini anche attraverso i patronati, affinché si possano aiutare più persone possibili. “Vogliamo rendere consapevoli le persone che esistono queste prestazioni che danno una mano a coloro che sono maggiormente in difficoltà in questo periodo di emergenza da Covid-19 – continua Kompatscher – annunciando la volontà di “snellire l’istruttoria delle pratiche ed erogare in maniera più rapida i contributi”. La legge, infatti, vuole rendere autonoma la verifica degli estratti conto e dei dati dell’Inps che non sono sempre tempestivamente aggiornati. Il rischio, infatti, è che la situazione contributiva dichiarata al momento della domanda non coincida poi con quella verificata.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 21/10 ore: 23.03

  • 21/10 ore: 21.36

  • 21/10 ore: 20.38

  • 21/10 ore: 20.28

  • 21/10 ore: 19.45

  • 21/10 ore: 19.43

  • 21/10 ore: 18.48

  • 21/10 ore: 17.56

  • 21/10 ore: 13.29

  • 21/10 ore: 12.34