"Non ci sono baristi", ma gli stipendi sono più bassi del 1990

Martedì 23 Novembre - 17:46

Non si trovano baristi. È questa la situazione descritta da alcuni imprenditori del centro di Trento, che lamentano la difficoltà nel trovare dipendenti. Poca preparazione e scarsa disponibilità a lavorare su turni i principali problemi. 1100 euro al mese lo stipendio minimo, con possibilità di crescita. Questo lavoro viene ricercato sempre più da giovani alla ricerca di un primo impiego per mantenersi gli studi. Mancano però i professionisti. A livello europeo però l’Italia è l’unico paese in cui gli stipendi non sono aumenti negli ultimi 30 anni. Secondo una ricerca OCSE in Francia e Germania gli stipendi medi dal 1990 sono saliti di più del 30%, e le retribuzioni sono aumentate anche in Grecia e Spagna. Nel nostro Paese si è registrato invece un calo del salario medio annuale pari al 2,9%. Sul livello salariale dei Paesi Ue, come in altre parti del mondo, la crisi Covid ha avuto senza dubbio un impatto: ma in Italia la pandemia ha colpito più duramente la capacità degli imprenditori di valorizzare i propri dipendenti. Tra il 2019 e il 2020 il salario medio è sceso del 6%.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 28/11 ore: 09.33

  • 28/11 ore: 07.20

  • 28/11 ore: 06.51

  • 27/11 ore: 21.01

  • 27/11 ore: 19.50

  • 27/11 ore: 19.36

  • 27/11 ore: 18.48

  • 27/11 ore: 13.24

  • 27/11 ore: 12.56

  • 27/11 ore: 12.31