Bollette, no all’aumento delle tariffe

Giovedì 22 Settembre - 11:21

Chi abbia ricevuto una lettera da Dolomiti Energia con un aumento delle tariffe può, nella maggioranza dei casi, stare tranquillo: fino al 30 aprile 2023 è sospesa l'efficacia di ogni clausola contrattuale che consenta ai fornitori di energia elettrica e gas di modificare unilateralmente il prezzo. In parole povere per legge è sospesa la facoltà di tali imprese, tra cui Dolomiti Energia, di modificare unilateralmente il contratto, facendo lievitare le bollette. Nelle scorse settimane Dolomiti Energia ha cominciato a far recapitare ai clienti lettere in cui invece avveniva tale modifica, e adesso è costretta a fare marcia indietro. Il Centro Consumatori del Trentino ieri aveva dato l’allarme dichiarando inefficaci sia le nuove tariffe applicate a contratti in essere, sia i preavvisi di modifica unilaterale già comunicati prima del decreto del 10 agosto 2022, salvo per quelle modifiche che si siano già perfezionate. Chi aveva un contratto in scadenza probabilmente potrà fare poco: ancora c’è da leggere il testo definitivo della legge e fare le debite interpretazioni, ma sembra che in quel caso il cambio delle tariffe sia possibile. Tutti gli altri invece sarebbero al riparo. In ogni caso al momento non c’è che da aspettare per capire se e come cambieranno le bollette: in caso sarà Dolomiti Energia a ricontattare i clienti. Tuttavia il Centro consumatori consiglia di mandare una lettera di diffida, intimando di non variare alcunché, con riserva di agire per il risarcimento del danno. Un modello di lettera è disponibile anche sul sito del centro, mentre lo stesso Crtcu ha inviato una diffida a Dolomiti Energia, chiedendo conferma dell'inefficacia delle proposte di modifica unilaterale.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 27/09 ore: 13.46

  • 27/09 ore: 13.06

  • 27/09 ore: 13.06

  • 27/09 ore: 11.17

  • 27/09 ore: 07.31

  • 27/09 ore: 07.03

  • 26/09 ore: 23.27

  • 26/09 ore: 20.53

  • 26/09 ore: 20.00

  • 26/09 ore: 19.59