In Alto Adige un piano contro la violenza sulle donne

Martedì 24 Gennaio - 16:35

"Ogni forma di violenza contro le donne rappresenta una violazione sia dei loro diritti umani, sia della loro dignità personale che della libertà e sicurezza individuale. Dobbiamo far di tutto, entro le nostre possibilità e competenze, per prevenire questi fenomeni e garantire alle donne ed ai loro figli, bambini o adolescenti, una vita in sicurezza". Lo ha detto l'assessora alle politiche sociali della Provincia di Bolzano, Waltraud Deeg, illustrando il Piano triennale contro la violenza sulle donne presentato alla giunta provinciale. Il Piano è stato predisposto dal gruppo di lavoro istituito sulla base della legge provinciale che prevede misure contro la violenza sulle donne varata nel dicembre 2021. "Purtroppo si tratta di un tema tuttora di grande attualità anche nel nostro territorio", ha sottolineato il presidente della Provincia, Arno Kompatscher. Dal 1992, è stato ricordato, 28 donne sono state uccise in Alto Adige dal loro partner, ex partner o da un parente. Di queste, cinque fra il 2020 ed il 2022. Attualmente, ha riassunto Deeg, in Alto Adige sono presenti cinque strutture di servizio "casa delle donne/casa rifugio" che operano come centri antiviolenza. Nel 2021 hanno usufruito di questi servizi di consulenza 586 donne, mentre 104, con 147 minori, sono state accolte in strutture residenziali. Il Piano prevede l'ampliamento dei servizi di supporto per le vittime di violenza, in particolare portando da 5 a 7 le strutture di accoglienza. Si mira, inoltre, a rafforzare le misure di prevenzione nei confronti degli autori di violenza ed a promuovere misure di sensibilizzazione, anche con attività di formazione.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 29/01 ore: 19.41

  • 29/01 ore: 18.50

  • 29/01 ore: 13.33

  • 29/01 ore: 12.58

  • 29/01 ore: 12.36

  • 29/01 ore: 07.07

  • 28/01 ore: 20.30

  • 28/01 ore: 20.19

  • 28/01 ore: 20.19

  • 28/01 ore: 18.50