"Casa felice", cohousing speciale nel cuore di Trento

Lunedì 08 Luglio - 18:39

Il cohousing speciale di “Casa Felice” come modello da cui prendere spunto, che ha permesso l’incontro di un’accogliente, che assicura l’assistenza e il monitoraggio dal tardo pomeriggio alla mattina dopo, e tre donne over 50 seguite dal servizio sociale e dal centro di salute mentale con un lungo periodo di fragilità alle spalle. Si è creata così, nell’alloggio messo a disposizione dall’amministrazione comunale in via San Giovanni Bosco, l’opportunità di ottimizzare le risorse reciproche e migliorare il benessere e la qualità della vita di ciascuna di loro. A oltre un anno dall’inizio della sperimentazione, avviata nell’aprile del 2023, “Casa felice” si è dimostrata un modello efficace nel ventaglio dei servizi assistenziali dedicati ad anziani e persone con fragilità. Nel solo 2024 sono già state attivate 132 accoglienze per 126 persone accolte. Di queste, al 30 giugno 116 erano quelle attive e 16 le concluse. Nel 2023, le accoglienze sono state 140 per 128 persone e, alla data del 31 dicembre, escludendo le chiusure in corso d’anno, le accoglienze attive erano 114 per 103 utenti.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 21/07 ore: 20.36

  • 21/07 ore: 20.32

  • 21/07 ore: 20.15

  • 21/07 ore: 18.54

  • 21/07 ore: 13.57

  • 21/07 ore: 12.58

  • 21/07 ore: 12.36

  • 21/07 ore: 10.32

  • 21/07 ore: 07.16

  • 20/07 ore: 21.06