Sanità, i sindacati: “servono assunzioni”

Mercoledì 20 Settembre - 16:10

“Non è la libera professione la soluzione per la sanità pubblica. Servono invece nuove assunzioni e anche soluzioni alternative per valorizzare il personale già stremato da turni massacranti e mancati riposi, oltre a prevedere l’istituzione, anche per il comparto, dell’indennità di esclusività già esistente per la Dirigenza”. Sono le parole di Luigi Diaspro, Marco Cont e Serena Croce della Fp Cgil del Trentino a seguito dell’incontro in Azienda Sanitaria nel quale è stata illustrata la bozza di Regolamento che l’Azienda intende adottare per dare corso a quanto previsto dal decreto mille proroghe in tema di libera professione degli infermieri e degli altri professionisti sanitari trentini. In sostanza l’Azienda Sanitaria deve garantire prioritariamente lo smaltimento delle liste d’attesa, un problema di indubbia attualità, e per farlo chiede ai dipendenti di lavorare fuori orario – anche se pagando la prestazione molto bene perché in regime di libera professione. I sindacati hanno rilevato una mancanza di dati relativi al monte ore straordinario cui già attualmente sono chiamati i singoli professionisti, ai fabbisogni di personale previsto, alle assunzioni programmate, in base ai quali ipotizzare percorsi lavorativi esterni all’azienda, vincolati come sono al rispetto prioritario delle norme e dei contratti in materia di orario massimo di lavoro e minimo di riposo. “Siamo convinti della necessità di altri strumenti per valorizzare e qualificare il personale – hanno detto i sindacalisti - a partire dal varo di un nuovo Ordinamento Professionale che riconosca competenze, professionalità e responsabilità; un piano straordinario di assunzioni a tutti i livelli; risorse certe e congrue rispetto al dato inflattivo per il rinnovo del contratto e, non ultima, l'istituzione dell’indennità di esclusività per il comparto come già in vigore per la Dirigenza”. Sollecitato un tavolo di confronto in Apran.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 21/06 ore: 20.53

  • 21/06 ore: 20.37

  • 21/06 ore: 20.33

  • 21/06 ore: 20.23

  • 21/06 ore: 18.47

  • 21/06 ore: 14.01

  • 21/06 ore: 12.57

  • 21/06 ore: 12.37

  • 21/06 ore: 12.30

  • 21/06 ore: 08.01