A Trento passa la Virtus 88-102

Lunedì 27 Settembre - 08:51

Voglia e determinazione. All’Aquila l’onore delle armi nella prima sfida di campionato contro i campioni d’Italia della Virtus Bologna. Alla Blm Group Arena finisce 88-102 per gli emiliani ma senza troppo rammarico. Le forze erano diverse, si sapeva, ciò che al pubblico trentino interessava era capire di che pasta è fatta questa Dolomiti Energia. Il risultato è stato una sfida mai troppo impari, una partita coinvolgente. L’Aquila ci prova subito con due canestri di Reynolds e Flaccadori che spingono Trento sul 6-2 ma la Virtus non si lascia intimidire e lentamente prende le misure fino al 17-30 del primo parziale. Ancora Flaccadori suona la carica in avvio di secondo tempo e ancora con Reynolds e poi con Bradford e Forray si va al -4 (28-32) ma anche in questo caso Bologna sa gestire bene e fra Belinelli, Hervey e Alibegovic si va all’intervallo lungo sul 43-56 e poi i tricolori iniziano davvero a scappar via. I tiri di Belinelli li spingono ad un vantaggio di 24 punti, dopo aver chiuso il terzo parziale sul 64-84, ma Forray e compagni non mollano. Sostenuti dal pubblico trentino si portano un paio di volte sul -10 forse illudendo anche un po’ ma perché no. Il dominio degli ospiti è comunque sempre evidente e, seppur senza particolari fiammate, il match si trascina fino alla sirena finale quando il tabellone dice 88-102. Soddisfatto per la prestazione e la grinta, il coach trentino Lele Molin a fine gara anche se – parole sue – l’alto valore dell’avversario non può far accettare serenamente così tanti punti subiti.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 26/10 ore: 20.24

  • 26/10 ore: 19.38

  • 26/10 ore: 19.36

  • 26/10 ore: 18.51

  • 26/10 ore: 13.26

  • 26/10 ore: 12.29

  • 26/10 ore: 10.37

  • 26/10 ore: 07.21

  • 26/10 ore: 06.53

  • 26/10 ore: 06.47