"La mia storia sulla pelle": una mostra per parlare di adozioni

Sabato 12 Novembre - 17:56

“La mia storia sulla pelle”, è il titolo della mostra a Palazzo Geremia a Trento per spiegare con immagini e parole l’adozione, come un ponte tra origini, appartenenza, identità e legami.. Un percorso di alfabetizzazione all’adozione, dunque con l’obiettivo di abolire tutti i luoghi comuni che caratterizzano la realtà adottiva attraverso le storie emozionanti narrate con i tatuaggi, usando l’arte della fotografia.Il tatuaggio dunque come mezzo espressivo per parlare di quanto le proprie radici siano segni indelebili e permanenti, di quanto sia forte il bisogno di connettersi con la propria storia e integrare il passato con il presente per dare continuità alla propria identità. “La mia storia sulla pelle” da concorso promosso dal Centro di terapia dell’Adolescenza di Milano è diventata una mostra fotografica che racconta storie di vita. Un tema, che sarà al centro di un convegno a Trento il 19 novembre. Per riflettere su un fenomeno in calo. In Trentino si parla di 20 casi all’anno, accompagnati nel percorso dall’Equipe adozioni in seno alla Provincia.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 02/12 ore: 13.37

  • 02/12 ore: 13.11

  • 02/12 ore: 12.58

  • 02/12 ore: 12.40

  • 02/12 ore: 12.35

  • 02/12 ore: 07.05

  • 02/12 ore: 06.29

  • 01/12 ore: 20.39

  • 01/12 ore: 20.37

  • 01/12 ore: 20.06